9 Consigli per migliorare il tuo blog

0 Flares 0 Flares ×

Avere un blog è la cosa più soddisfacente del mondo per chi ha il bisogno di sentirsi parte di “qualcosa”, di partecipare con la comunità.

Internet ci dà l’opportunità di poter condividere le informazioni con tutti, di partecipare a discussioni, di approfondire, di crescere insieme.

Grazie alla tecnologia, la possibilità di realizzare un proprio blog è diventata reale e semplicissima.

Avere un blog aziendale è utile in tutti i settori perché serve per dare valore alla professionalità, se hai un negozio, una industria, un’agenzia di allestimenti fieristici, un’azienda che produce tubi o fa lavorazioni meccaniche, uno studio professionale, un avvocato, un’associazione, un blog ti aiuta a crescere e farti conoscere.

Il problema, oggi, è che solo una piccola percentuale di blog riesce a crescere, ma non per colpa del “sistema”: solo perché si commettono molti errori chiudendosi alla comunità ed evitando ogni tipo di consiglio!

come migliorare il tuo blog

Siamo sicuri di non commettere errori quando realizziamo un blog?

Costruire un blog non è facile: richiede esperienza, abilità e soprattutto tanta passione, ok la passione c’è, altrimenti non leggereste questo post e per il resto? Bisogna applicarsi!

Possibile che sia così facile? Attenzione, applicarsi non è un concetto così semplice da realizzare perché a lungo andare potremmo annoiarci: ad esempio il nostro blog potrebbe non essere letto da nessuno, e questo è molto frustrante. Ma con impegno potremmo venirne fuori facilmente!

E’ necessario solo l’impegno per realizzare un buon blog? Bisogna tirarsi su le maniche ed iniziare a gestire al meglio il proprio blog



Quali consigli allora?

Per iniziare un blog, prima di tutto, bisogna trovare un argomento che ci appassioni, che ci permetta di scrivere senza stancarci e, soprattutto, che risponda alla domanda: lo farei Gratis?

Per pubblicare il blog abbiamo bisogno di un dominio: possiamo acquistarlo o utilizzare i domini gratuiti su siti come www.wordpress.com o su www.blogger.com anche se io li sconsiglio vivamente.

Questi spazi sono gratuiti, ma sono limitati poiché non permettono di personalizzare al meglio il proprio sito.

Evitare di riempire in eccesso il blog di pubblicità come Adsense o banner che distolgono dall’attenzione e rendono il sito poco valido, nel mio blog ci sono, ma cerco di renderli meno invasivi possibile.

Vi starete chiedendo: ma la pubblicità mi aiuta a mantenere il sito! Come faccio senza? Avete ragione!

Non sto affermando che la pubblicità non dev’essere presente sui siti, ma che il troppo stroppia.

Sono contro chi scrive post solo per soldi e fuori dal tema del blog, sono contro chi riempie ogni angolo del blog di pubblicità estranea agli argomenti trattati!

Come si può pensare che i navigatori, ad esempio, di un blog di pesca sportiva siano interessati a delle tavole da snowboard: bisogna anche essere furbi se si vuole guadagnare qualcosina!

Certe persone impoveriscono il web rendendolo pieno di sporcizia.

Cercate sempre di dare opinioni personali per rendere il contenuto del blog ancora più particolare.

Quante volte vi è capitato di vedere la stessa notizia, uguale, in 100 blog diversi? Non dico che bisogna inventarsi argomenti nuovi, ma dando un proprio punto di vista si arricchisce la comunità.

Senza i lettori non si và da nessuna parte, bisogna evitare di perderli: eliminate il nofollow, utilizzate i commenti, date fullrss, date argomenti interessanti e non pubblicità.

Se pensate di: non rispondere mai alle mail dei lettori, di non seguire le discussioni nei commenti, di utilizzare feed parziali per costringere le persone ad entrare nel sito per guadagnare quattro soldi, lasciate perdere il mestiere di blogger.

Sviluppate un’abilità nel promuovervi: scrivete articoli per altri blog, commentate su blog e partecipate alle discussioni in modo attivo, evitate di segnalare il vostro sito e basta altrimenti il vostro commento verrà cestinato.

Non perdete troppo tempo nel vedere se il sito rispetta tutti i canoni SEO e se è ben usabile: SCRIVETE SCRIVETE SCRIVETE.

Non date ascolto a chi dice che la frequenza dei post è più importante del contenuto!

Scrivere articoli corposi e approfonditi ogni 3 giorni è molto meglio che bombardare il lettore con 10 post al giorno scarni e poco rilevanti.

Immedesimatevi nel lettore e cercate di capire come oggi il bombardamento mediatico di notizie inutili lo forza ad essere molto selettivo.

Controllate i vostri articoli prima di pubblicarli: evitate errori, scrivete frasi brevi ed semplici, aprite ogni articolo in modo da catturare l’attenzione del lettore.

Cercate di seguire questi consigli e vedrete che col tempo le visite al vostro sito aumenteranno!

Questi sono solo 9 consigli basilari per emergere e guadagnare con un blog, sono utili per chi vuole iniziare a sviluppare il proprio sito, sia per passione che per lavoro.

Se poi vedete che il sito non cresce, provate ad affidarvi a qualche consulente di web marketing o navigare tra i forum di settore per capire cosa non va.

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×