Content marketing: cosa fare e non fare per una campagna di successo

Content marketing: cosa fare e non fare per una campagna di successo

0 Flares 0 Flares ×

Come creare una campagna di content marketing di successo? Se sei un creativo o un editore sicuramente ti sei posto questa domanda diverse volte. Come in tutti i settori l’esperienza migliore si fa sul campo, poiché solo chi non fa non sbaglia. In questo articolo ti spiego cosa fare e soprattutto cosa non fare per creare una campagna marketing di successo. Se sei alle prime armi hai probabilmente commesso qualche errore, ma sbagliando si impara. L’esperienza è la somma dei nostri errori, quindi dobbiamo farne tesoro.

Il primo errore è creare senza una vera programmazione un contenuto, che rischia di diventare un’accozzaglia slegata e poco omogenea di idee. Bisogna invece programmare e pianificare dalla A alla Z, tenendo ben presente le esigenze, le necessità e le richieste del proprio target di riferimento. Molti creatori replicano i contenuti di competitor perché hanno avuto successo, ma quell’idea ormai è già stata “bruciata” sul mercato. In pratica è come lanciare sul mercato un prodotto già commercializzato, quindi non rappresenta una novità e non avrà successo. Bisogna invece creare contenuti originali, proponendo chiavi di lettura diverse ed alternative per conquistare la curiosità e l’attenzione dei consumatori.

Molti editori pensano che inserire un gran numero di informazioni in un contenuto sia una buona idea. In realtà non è così, poiché l’utente viene bombardato da dati, numeri ed informazioni e di conseguenza non riesce a focalizzarsi sul messaggio finale. Devi essere analitico e scremare solo le informazioni mirate che possono essere realmente utili ed apprezzate per l’utente. La semplicità nel content marketing molto spesso è la chiave vincente poiché il messaggio arriva in maniera breve, diretta e concisa. Un altro punto molto importante è la scelta del formato, che dipende dalla tipologia di contenuto e dal target di riferimento. Una foto ad esempio deve essere d’impatto e risultare estremamente esplicativa. Un contenuto molto lungo invece può essere espresso meglio con un articolo o un ebook. Se sono presenti immagini o scene spettacolari la cosa migliore è puntare su un video. Non esiste un formato perfetto, ma bisogna sceglierlo in base alle varie circostanze contingenti.

Anche se magari costano un po’ di più ti consiglio di utilizzare risorse grafiche professionali. Le informazioni fornite devono dare un senso di autorevolezza e professionalità, quindi anche foto, immagini ed infografiche devono provenire da fonti professionali. Quando ti rivolgi ad un consumatore devi ascoltare le sue esigenze e risolvere le sue specifiche problematiche, cercando di personalizzare al massimo il messaggio rivolto nei suoi confronti. Cerca quindi di creare messaggi e contenuti “ad hoc” tagliati su misura per il tuo target di riferimento.

Quando hai realizzato un testo è consigliabile rileggerlo e controllarlo più volte, poiché potrebbero esserci refusi o errori di battitura. Nel momento in cui crei un contenuto ricordati di nominare le fonti da cui prendi spunto, assicurando che siano autorevoli. Ti consiglio di farlo poiché innanzitutto è una pratica corretta, inoltre lo stesso consumatore sarà maggiormente fidelizzato. Ti suggerisco anche di contattare le stesse fonti, che possono diventare dei partner futuri molto preziosi per avviare una collaborazione continuativa e proficua per entrambi.

 

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *